Il processo a Silvio Berlusconi potrebbe essere sospeso

The Telegraph

Il processo che vede coinvolti David Mills e Silvio Berlusconi potrebbe essere sospeso per un anno, escludendo nei fatti ogni possibilità di condanna, a causa delle misure proposte ieri dal governo italiano.

Il caso Mills è l’ultimo processo penale pendente sul primo ministro italiano.
Berlusconi è accusato di aver corrotto l’ex marito di Tessa Jowell, Ministro per le Olimpiadi (di Londra 2012, ndt), con 350.000 sterline per testimoniare favorevolmente in un altro processo. Mills nega ogni addebito.

Ma lunedì due senatori fedeli a Berlusconi hanno proposto una legge che sospenderebbe per un anno tutti i processi “non seri”.

Qualunque processo cominciato prima del 2002 per reati che prevedono fino a dieci anni di carcere saranno lasciati da parte, ufficialmente per dare ai tribunali il tempo di recuperare il lavoro arretrato relativo ai casi seri.

Carlo Vizzini e Filippo Berselli, autori della proposta, dicono che aiuterebbe a contrastare più efficacemente il crimine.
La proposta è stata immediatamente bollata come legge “salva premier” a causa del suo più ovvio beneficiario. Berlusconi ha già tentato una volta di ostacolare il caso Mills dal momento della sua rielezione, ma ha dovuto rinunciare.

“Uscita dalla porta, dunque, la sospensione rientra dalla finestra” ha commentato il quotidiano finanziario Il Sole 24 Ore.
L’emendamento “salva Premier” illustra chiaramente, ancora una volta , che le leggi su misura sono una costante nel programma di Berlusconi” ha dichiarato Pino Sgobio, un politico comunista.

Il ministro ombra della giustizia Lanfranco Tenaglia ha dichiarato che la proposta è “l’ennesima norma ad personam che prevede una sospensione generalizzata di tutti i processi, cominciando da quelli che vedono imputato il premier”. Ha aggiunto: “C’è un perenne conflitto di interessi”.

Il caso Mills si sarebbe estinto all’inizio di quest’anno, secondo la legge italiana sulle prescrizioni, ma in gennaio una corte di Milano ha decretato che le accuse potrebbero riferirsi ad eventi fino al 2000, il che potenzialmente prolunga i tempi di altri due anni.

Berlusconi si è già mosso per punire i pubblici ministeri che parlano con la stampa e per fermare l’uso generalizzato delle intercettazioni telefoniche per far sì che i casi giudiziari non siano più divulgati sui media.

[Articolo originale di Malcolm Moore]

Condividi : Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • email
  • Facebook
  • TwitThis
  • MySpace
  • Live-MSN
  • LinkedIn
  • OKnotizie
  • Google Bookmarks
  • YahooMyWeb
  • Blogosphere News
  • Digg
  • Reddit
  • Technorati
Traduzione di:
Revisione di: