Una scelta improbabile per la nuova app academy di Apple potrebbe dare una spinta al sud Italia

Uomini d’onore

The Economist

Apple in Italia

Una scelta improbabile per la nuova app academy di Apple potrebbe dare una spinta al sud Italia

Al bar Università di San Giovanni a Teduccio, quartiere fatiscente della periferia di Napoli, due foto decorano i muri: Albert Einstein e Steve Jobs, il fondatore di Apple. Nelson Ciarravolo, il proprietario, le ha appese quando il bar ha aperto due anni fa, molto tempo prima della notizia che Apple avrebbe aperto la sua prima accademia di sviluppo iOS in Europa nella zona. I residenti scherzano sul fatto che la foto di Steve Jobs potrebbe essere stata messa più recentemente. Ad ogni modo, è il segno che Napoli ha abbracciato il gigante del tech americano.

Il 6 ottobre la Apple ha tenuto un evento di apertura della nuova accademia che lavorerà in collaborazione con l’Università Federico II, da cui il bar prende il nome.

“Andiamo in posti che nessuno credeva possibili”, spiega Lisa Jackson, vice presidente delle iniziative ambientali, politiche e sociali di Apple, all’evento inaugurale. Napoli è in ritardo rispetto al nord italia per trasporti e infrastrutture digitali, e la criminalità è dilagante. La camorra, un’organizzazione mafiosa, gestisce, da Napoli, una delle più grandi imprese del traffico di droga del mondo. La zona in cui Apple ha aperto l’accademia, situata all’interno di un nuovo campus dell’Università Federico II) era molto più pericolosa. “Abbiamo visto i nostri amici morire per strada” ricorda Davide Varlese, un cugino del Signor Ciarravolo. Ma le cose sono migliorate negli ultimi decenni dato che le autorità hanno dato un giro di vite. Almeno la camorra non viene più a chiedere i soldi nei bar, dicono gli abitanti.

La Apple dice che l’intenzione dell’app academy è di andare dove può avere il maggiore impatto. L’amministratore delegato Tim Cook sostiene che, in parte, lo scopo era di essere un’azienda socialmente responsabile.

L’azienda insegnerà a circa 200 studenti per lo più del sud italia a codificare e scrivere app. Un programma simile esiste a Rio de Janeiro. La compagnia è stata attirata dalla prospettiva di lavorare con una rete di buone università della zona. La regione Campania ne vanta ben sette e la Federico II è particolarmente forte in ingegneria e rappresenta un decimo dei laureati in ingegneria in Italia ogni anno.

Inoltre, il primo ministro italiano Matteo Renzi ha spinto Cook ad investire a Napoli. Vuole mostrare che si sta occupando del sud del paese. Alcuni speculano anche su un accordo sulle tasse da pagare da Apple che avrebbe avuto un ruolo nella nascita dell’accademia. L’annuncio iniziale a gennaio è arrivato alcune settimane dopo che Apple aveva acconsentito a pagare 318 milioni di euro (350 milioni di dollari) di tasse all’erario italiano per risolvere la controversia. L’azienda potrebbe avere bisogno di migliorare ulteriormente la sua reputazione: ad agosto la Commissione Europea ha detto al governo irlandese di recuperare fino a 13 milioni di euro di tasse non pagate dall’azienda.

Gaetano Manfredi, il rettore dell’Università Federico II, indica degli edifici vicini al nuovo campus. I residenti stessi li hanno ridipinti per accogliere i loro nuovi vicini. “Un evento quasi senza precedenticommenta. La speranza è che Apple possa aiutare  ad arginare la fuga dei cervelli dalla regione. La disoccupazione giovanile in Campania si attesta al 53%. Dario, uno studente di ingegneria neoiscritto all’app academy, dice che spera di non dover fuggire da Napoli dopo la laurea. Crescere in circostanze difficili ti rende più forte aggiunge Antonio Caraviello, il direttore di Sophia High Tech, uno spin-off dell’Università che testa materiali per l’industria aerospaziale. Buone notizie, quindi, per le nuove reclute di Apple.

[Articolo originale "Made men"]

Condividi : Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • email
  • Facebook
  • TwitThis
  • MySpace
  • Live-MSN
  • LinkedIn
  • OKnotizie
  • Google Bookmarks
  • YahooMyWeb
  • Blogosphere News
  • Digg
  • Reddit
  • Technorati
Traduzione di:
Gaia RestivoSvizzera Gaia Restivo
Una dei fondatori del sito ItaliaDallEstero.info. Ricercatrice in Svizzera impegnata nella lotta al cancro.
Revisione di:
Michele Casellato