Dopo la ripetuta serie di grane giudiziarie che hanno colpito il padre, la stampa europea vede in Marina Berlusconi, presidente di Fininvest, una possibile erede politica del Cavaliere.

Dopo Silvio, Marina Berlusconi?

L'express

Dopo la ripetuta serie di grane giudiziarie che hanno colpito il padre, la stampa europea vede in Marina Berlusconi, presidente di Fininvest, una possibile erede politica del Cavaliere.

Già da diverse settimane gira voce in Italia che Marina Berlusconi potrebbe prendere il posto di Silvio alla guida del Popolo della Libertà (PDL). La primogenita del Cavaliere verrebbe così in aiuto al padre dopo che la Corte di Cassazione gli ha confermato una pena detentiva di un anno per frode fiscale nel processo Mediaset.
La Cassazione ha annullato la richiesta di interdizione dai pubblici uffici sostenuta dall’accusa nei confronti dell’ex Presidente del Consiglio, rinviando la decisione alla Corte d’appello, ma questa sospensione temporanea dell’ineleggibilità del leader politico attenua solo in parte la gravità della pena. Silvio Berlusconi potrebbe probabilmente venire escluso dalla vita politica per i prossimi anni.

L’arrivo di Marina, “un nuovo inizio” per il partito?
E’ tempo quindi di un avvicendamento. Il settimanale tedesco Der Spiegel fa notare che ultimamente Marina è presente alle riunioni di partito più importanti, cosa che non avveniva in precedenza.
La successione potrebbe avvenire, secondo il Financial Times, nel momento in cui il partito riprenderà il nome originale di Forza Italia, il mese prossimo. Il quotidiano Il Giornale, di proprietà della famiglia Berlusconi, ha elogiato sabato scorso Marina, affermando che potrebbe essere un “nuovo inizio” per il partito.

Una carriera folgorante
La 47enne Marina è la primogenita del Cavaliere, nata dal primo matrimonio di Silvio Berlusconi con Elvira Dall’Oglio. Ha iniziato gli studi di giurisprudenza poi di scienze politiche, senza concluderli. Questo però non ha ostacolato la sua brillante carriera: dopo l’ingresso a 25 anni nella holding di famiglia, la Fininvest – che gestisce le attività in campo editoriale (stampa e libri) della famiglia Berlusconi – ha assunto la carica di vice Presidente nel 2005. Fa anche parte del Consiglio di amministrazione di Mediaset e Mediobanca. La rivista Forbes la include ogni anno dal 2007 nella classifica delle donne più influenti del mondo.

Marina è sposata dal 2008 con Maurizio Vanadia, primo ballerino del corpo di ballo del Teatro alla Scala di Milano, da cui ha avuto due figli.  Prima sostenitrice di “Sua Emittenza”, ha sempre ferocemente difeso il padre, definendo i procedimenti giudiziari contro di lui uno “spettacolo assurdo che nulla ha a che fare con la giustizia.”

Fino a poco tempo fa, la figlia maggiore del Cavaliere ha respinto qualsiasi allusione ad un passaggio di testimone con il padre, incaricando il suo portavoce di condannare queste “speculazioni”. Lo scorso novembre ha anche dichiarato di non ritenere “plausibile un’investitura ereditaria”. Ma i numerosi e ripetuti problemi legali del “Caimano” forse la condurranno a rivedere la propria posizione.

[Articolo originale "Italie: après Silvio, Marina Berlusconi?" di L'Express]

Condividi : Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • email
  • Facebook
  • TwitThis
  • MySpace
  • Live-MSN
  • LinkedIn
  • OKnotizie
  • Google Bookmarks
  • YahooMyWeb
  • Blogosphere News
  • Digg
  • Reddit
  • Technorati
Traduzione di:
Claudia MarruccelliItalia Claudia Marruccelli
Laureata in lingue, traduce e collabora con IDE dal tedesco e dal francese, affinchè la libera informazione e la cultura non vengano sommerse dalle politiche distruttive
Revisione di:
Chiara Cavedoni