Conosco Giorgio Napolitano e l’ho sempre ammirato. Non ha mai avuto niente a che fare con i comunisti portoghesi. Né con i leninisti, e molto meno con gli stalinisti

Un politico eccezionale

Diario de Noticias

In un momento di acuta crisi dell’Italia – la terza economia dell’Unione Europea – con i partiti che non si mettono d’accordo e con l’eurocrata Mario Monti, amico della cancelliera Merkel, che non solo non ha risolto i problemi finanziari ed economici ma ha anche creato una situazione politica e sociale difficilmente risolvibile, arriva ora con immensa sorpresa la rielezione del Presidente della Repubblica Giorgio Napollitano, di 87 anni, per un nuovo mandato, dato che il suo termina il prossimo 18 maggio.

Giorgio Napolitano ha accettato la sfida come un “dovere patriottico” e dopo cinque votazioni è stato rieletto, a 87 anni ripeto, per un nuovo mandato. E’ un’impresa!

Conosco Giorgio Napolitano e l’ho sempre ammirato. Non ha mai avuto niente a che fare con i comunisti portoghesi. Né con i leninisti, e molto meno con gli stalinisti.

Gli eurocomunisti italiani era un’altra cosa. Hanno sempre lottato contro il fascismo e per la libertà, e mai hanno avuto a che fare con lo stalinismo, e neanche con i comunisti francesi, anche se per un periodo anche questi si sono chiamati eurocomunisti. Ma erano sempre in qualche modo filosovietici, a differenza degli eurocomunisti italiani.

Ci siamo incontrati prima del 25 Aprile [il 25 aprile 1974 ebbe luogo la cosiddetta Rivoluzione dei Garofani che mise fine alla dittatura Salazar, NdT] , in Italia, in diverse riunioni internazionali, in Jugoslavia per esempio, in Francia, in Africa e, dopo la Rivoluzione dei Garofani a Lisbona, in Spagna, e siamo stati eletti allo stesso tempo deputati al Parlamento Europeo, dove io ero il più vecchio seguito da lui, con una differenza di uno o due anni, secondo i mesi. Siamo dunque diventati molto amici, in totale sintonia politica, e ho sempre ammirato quel personaggio estremamente modesto, tollerante e immensamente semplice. Dopodiché, ci siamo incontrati diverse volte in Italia e a Lisbona (dove lui e sua moglie cenarono a casa mia) e a Roma, dove lo trovai già Presidente della Repubblica.

Di recente mi ha spedito un quaderno di memorie, che io vorrei fosse tradotto in portoghese, ma l’editore non l’ha ancora fatto. E’ un libro in cui si vede la complessità della politica italiana, che Napolitano conosce meglio di chiunque altro e la cui attualità continua ad essere enorme. Napolitano è riuscito, senza crisi, a fare lasciare da Berlusconi l’’incarico di primo ministro, per il quale era stato eletto. Ora il partito di Berlusconi, come anche il Partito Democratico di Pier Luigi Bersani oltre ad altri, hanno votato la rielezione di un politico di 87 anni per un altro mandato, in un paese importantissimo come l’Italia, con una crisi doppia, sicuramente la più grave dal dopoguerra – perché è finanziaria, economica, politica, ambientale –  e perché abbia il coraggio di mantenere l’incarico per qualche anno ancora.

E sicuramente – e solo – per ragioni patriottiche.

Giorgio Napolitano è un uomo lucido, di forti convinzioni. Il grande statista europeo di un’Europa in crisi che, da agnostico, ha ricevuto ora lo stimolo dell’appoggio pubblico dell’attuale papa Francesco. Non tutto è perduto in Europa. C’è speranza.

* Mário Soares, del Partito Socialista Portoghese, è stato due volte Primo Ministro e due volte Presidente della Repubblica in Portogallo.

(pubblicato il 23 aprile 2013)

[Articolo originale "Um político excepcional" di MÁRIO SOARES*]

Condividi : Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • email
  • Facebook
  • TwitThis
  • MySpace
  • Live-MSN
  • LinkedIn
  • OKnotizie
  • Google Bookmarks
  • YahooMyWeb
  • Blogosphere News
  • Digg
  • Reddit
  • Technorati
Traduzione di:
Alessandra CerioliItalia Alessandra Cerioli
Collaboro con Italia dall'Estero perché condivido il progetto di un'informazione libera e completa, traduco dal portoghese. Mi occupo della stampa brasiliana, portoghese, angolana e mozambicana. http://www.proz.com/profile/2086984
Revisione di:
Amina Iacuzio