La Società Internazionale per la Ricerca sulle Cellule Staminali (ISSCR) esprime preoccupazione

L’ISSCR preoccupato per l’autorizzazione del governo italiano di una terapia a base di staminali non testata

ISSCR

La Società Internazionale per la Ricerca sulle Cellule Staminali (ISSCR) esprime preoccupazione per la decisione del governo italiano di autorizzare una terapia a base di cellule staminali non testata per l’uso sui pazienti.

Le cellule staminali sono molto promettenti per il trattamento di una vasta gamma di malattie e lesioni, ma occorrono ancora anni di ricerca in laboratorio e test clinici rigorosi per garantire ai pazienti terapie sicure ed efficaci.

Al momento, i trattamenti a base di cellule staminali si sono rivelati sicuri e benefici per una gamma limitata di malattie. L’ ISSCR ritiene che la ricerca attuale potrebbe condurre a nuove terapie per ulteriori malattie, ma fino a quando la ricerca non sarà ultimata non potremo essere certi di quale malattie possano effettivamente essere curate con le cellule staminali, o di come queste debbano essere utilizzate per garantire sicurezza ed efficacia.

L’entusiasmo relativo alle promesse delle cellule staminali ha generato una certa confusione nei pazienti che lottano contro malattie incurabili. L’ISSCR è preoccupata che trattamenti a base di staminali non testati adeguatamente siano stati venduti nel mondo a pazienti e loro familiari senza le misure necessarie per garantire sicurezza ed efficacia.

La recente decisione annunciata dal Ministro italiano della salute, che autorizza la somministrazione di cellule descritte come “cellule staminali mesenchimali” a pazienti affetti da malattie neurologiche, ha suscitato preoccupazione nella comunità scientifica internazionale. Non è chiaro, basandosi sulla letteratura scientifica, se le cellule staminali mesenchimali siano in grado di migliorare le condizioni neurologiche dei pazienti, né esistono chiare evidenze, basandosi sui test clinici, del fatto che tali cellule apportino benefici ai pazienti affetti da malattie neurodegenerative. In passato, l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) aveva proibito questo trattamento.

Nel 2008, l’ISSCR ha pubblicato le ‘Linee guida per l’utilizzo in ambito clinico delle cellule staminali’, in cui sono richiesti standard rigorosi nello sviluppo e nell’uso di terapie a base di cellule staminali. Le linee guida ISSCR raccomandano che tali trattamenti siano testati in test clinici strutturati, che – sulla base di standard internazionalmente condivisi – sono soggetti a valutazioni indipendenti e continue circa la loro sicurezza, efficacia ed eticità.

Il medico e dottore Shinya Yamanaka, presidente dell’ISCCR, ha affermato:”Siamo vicini ai pazienti affetti da malattie incurabili. Ciononostante, non ci sono sufficienti prove oggettive che questi pazienti possano ottenere benefici dai trattamenti a base di cellule staminali mesenchimali. Le decisioni relative al trattamento non dovrebbero essere prese al di fuori dei test clinici controllati, senza conoscerne sicurezza ed efficacia.”

L’ ISSCR ritiene che le cure compassionevoli e innovative siano importanti, ma le terapie non sperimentate dovrebbero essere somministrate al di fuori di test clinici solo in circostanze limitate, laddove ci siano evidente motivi teoretici di credere che il paziente possa trarne beneficio. Quest’eccezione non giustifica il commercio di terapie non testate. I principi di revisione etica medica e di supervisione regolatoria sono stati sviluppati nel corso di diversi decenni, principalmente in seguito al fatto che alcune persone erano stati danneggiate nel corso di sperimentazioni umane.

L’ISSCR enfatizza il ruolo critico che il controllo e la supervisione – processi esperti e indipendenti – giocano nello sviluppo e nell’utilizzo di trattamenti a base di cellule staminali, in particolare di quelli forniti da enti locali e da autorità regolatorie nazionali che mirano a salvaguardare la salute umana e ad assicurare la qualità, l’efficacia e la sicurezza dei trattamenti medici.

[Articolo originale "ISSCR Voices Concern as Italian Government Authorizes Unproven Stem Cell Therapy"]

Condividi : Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • email
  • Facebook
  • TwitThis
  • MySpace
  • Live-MSN
  • LinkedIn
  • OKnotizie
  • Google Bookmarks
  • YahooMyWeb
  • Blogosphere News
  • Digg
  • Reddit
  • Technorati
Traduzione di:
Noemi AlemanniItalia Noemi Alemanni
24 anni e tanta voglia di fare. Sono laureata in lingue straniere e ho una passione smisurata per la letteratura ed il giornalismo. Spero di riuscire a coniugare le due cose come traduttrice. Nel frattempo, continuo a studiare: con le lingue non si finisce mai! noemi.alemanni@gmail.com
Revisione di:
Mara Colzani