Appropriazione indebita, cattiva gestione dei fondi pubblici, profitto personale: a Roma e Milano si susseguono gli scandali che coinvolgono i politici italiani.

Roma – Milano, il derby della corruzione

Le Point

Appropriazione indebita, cattiva gestione dei fondi pubblici, profitto personale: a Roma e Milano si susseguono gli scandali che coinvolgono i politici italiani.

Qual è più corrotta, la capitale politica lo a capitale economica d’Italia? Difficile dirlo, tanto che  le vicende in corso a Roma e Milano assomigliano sempre di più un derby della corruzione. In entrambi i casi sono le amministrazioni regionali a essere al centro. A Roma, lo scandalo che ha portato lunedì alle dimissioni della Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, ruota intorno a Franco Fiorito, capogruppo del PdL di Silvio Berlusconi alla Regione.  Soprannominato “Batman”, con un passato politico nell’estrema destra e i suoi 170 chili di verve tipicamente romana, Fiorito amministrava i finanziamenti assegnati al suo partito a titolo di fondi per il “rapporto con il territorio.” E ‘accusato di appropriazione indebita di fondi pubblici, con centinaia di bonifici girati sui suoi conti correnti personali.

Ma al di là di ciò che è rigorosamente competenza della magistratura, l’indignazione che si sta sollevando riguarda il quadro generale svelato dall’inchiesta. Così, nel 2010, mentre l’Italia era già in crisi, i gruppi politici hanno aumentato da 1 a 14 milioni di euro i fondi messi a loro disposizione dalla Regione Lazio. Fondi pubblici sperperati  spudoratamente da Fiorito e la sua cricca. Tra i giustificativi forniti dai consiglieri del PdL, risulta un SUV da 88 000 euro per il trasporto dell’ingombrante Batman, ma anche soggiorni in hotel di lusso, club vacanze o saloni di bellezza, ricevute di ristoranti per decine di migliaia di euro, acquisti presso le boutique di lusso di Via Condotti, fatture di vini pregiati. Quello che colpisce l’opinione pubblica non è soltanto l’avidità, ma anche la volgarità dei politici.

Su internet circolano le foto di una festa in costume organizzata da un consigliere regionale sul tema della Roma antica, con tanto di maschere da maiali e hostess travestite da … vestali sexy. Lo scandalo quindi va ben oltre la vicenda Fiorito e ha portato alle dimissioni della presidente, Renata Polverini. Ma l’opposizione non è poi così irreprensibile. E’ colpevole nel migliore dei casi di aver chiuso un occhio, e nel peggiore di essere stata complice. E il caso avrà ripercussioni  sulla politica nazionale.

Lusso, regali e milioni
Meno bislacco lo scandalo di Milano, che riguarda il potente governatore della Lombardia, Roberto Formigoni. Responsabili dell’amministrazione della sanità pubblica, le Regioni finanziano cliniche private a titolo di rimborso per le convenzioni sanitarie. Tra il 2002 e il 2011, la Lombardia ha quindi pagato alla clinica Maugeri 196 milioni di euro. Ma i magistrati hanno scoperto che una parte di questi fondi – 60 milioni – che sarebbero dovuti servire per rimborsare le spese di gestione,  sono finiti sui conti di un imprenditore, Pierangelo Daccò. Ora, non solo Daccò è un caro amico di Roberto Formigoni, ma gli investigatori hanno anche accertato che questi ha finanziato con la somma di 5 milioni le spese private del governatore: Natale ai Caraibi e nella Terra del Fuoco, noleggio di jet privati​​, la disponibilità esclusiva di uno yacht, week-end a Parigi, ristoranti di lusso … e un po’ di contanti per le spese accessorie. Per la procura, questi 5 milioni di “doni” sono un ritorno per il generoso finanziamento della clinica Maugeri.

Un triste spettacolo, che alimenta l’ostilità nei confronti della politica e il rifiuto di quello che gli italiani chiamano con disprezzo “la casta”. Oggi, il 64% degli italiani afferma di essere disgustato e dice che non darà più il proprio voto ai partiti tradizionali.

[Articolo originale "Italie: Rome et Milan, le derby de la corruption" di Dominique Dunglas]

Condividi : Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • email
  • Facebook
  • TwitThis
  • MySpace
  • Live-MSN
  • LinkedIn
  • OKnotizie
  • Google Bookmarks
  • YahooMyWeb
  • Blogosphere News
  • Digg
  • Reddit
  • Technorati
Traduzione di:
Claudia MarruccelliItalia Claudia Marruccelli
Laureata in lingue, dopo anni di insegnamento, si è scoperta traduttrice grazie alla collaborazione con IDE. Seleziona e traduce dal tedesco e dal francese articoli di stampa e approfondimenti culturali, notizie e curiosità, e che pubblica sul suo blog ClaTi
Revisione di:
Chiara Cavedoni