Due italiani provano a lanciare una piattaforma di video pornografici la cui pubblicità contribuirà a finanziare progetti filantropici.

Salvare i panda guardando film porno

Le Figaro

Due italiani provano a lanciare una piattaforma di video pornografici la cui pubblicità contribuirà a finanziare progetti filantropici.

Il sesso può salvare l’Amazzonia.  È questa la premessa di due imprenditori italiani, Riccardo Zilli e Marco Annoni. Il primo urbanista e il secondo dottore di ricerca in filosofia, propongono di utilizzare i ricavi pubblicitari legati alla pornografia su Internet, che secondo loro ammontano ad almeno 100 miliardi di dollari all’anno, per finanziare progetti filantropici. “Se guadagnassimo anche solo l’1% di ciò che produce la pornografia, v‘immaginate la quantità d’iniziative che potrebbero essere finanziate con un 1 miliardo di dollari?” è la domanda che lanciano sul sito Youphil.

Il principio? Come su piattaforme video come YouTube o Dailymotion, gli utenti possono caricare, visualizzare e condividere contenuti, di natura pornografica. Nel momento in cui caricano un video, i membri della comunità Come4, dal nome del progetto, dovranno scegliere un progetto di “beneficenza”, come la protezione dei panda o lo sviluppo dell’accesso all’acqua potabile. I ricavi pubblicitari generati dal numero delle visioni del video saranno devoluti direttamente all’organizzazione prescelta. La prima fondazione che ha aderito è Asta Philpot, un’organizzazione britannica che promuove la sessualità delle persone disabili e che ha dato vita al film Hasta la vista.

Etica e pornografia
Per realizzare il loro progetto, i due imprenditori stanno facendo ricorso al “crowdfunding”, il finanziamento di progetti da parte degli utenti Internet, attraverso il sito web Ulule. Come4 viene qui definita come “sito che tratta di pornografia e etica”. Restano 41 giorni ai due imprenditori per trovare i 7.600 euro rimanenti, sui complessivi 10.000 necessari per sviluppare il loro progetto. Definendo il loro sito web come “un progetto senza scopo di lucro”, Marco e Riccardo spiegano che una piccola percentuale del denaro proveniente dalla pubblicità sarà utilizzata per la manutenzione del sito. Loro stessi non ci guadagneranno nulla.
Per dimostrare che hanno a cuore il benessere virtuale dei propri utenti, Riccardo e Marco si sono assunti numerosi impegni: la trasparenza finanziaria delle entrate e la loro destinazione, il rifiuto di creare un database e inviare spam, proporre contenuti eticamente corretti, che escluderanno zoofilia, pedofilia e necrofilia e assicurano che tutti i video saranno filtrati prima della loro pubblicazione.
Intervistati sull’argomento, i due soci dicono di credere nella compatibilità tra etica e pornografia. Nel loro video promozionale, insistono sul fatto che dobbiamo “rivedere le critiche tra Internet e la sessualità”. Come filosofi, citano Woody Allen: “Il sesso senza amore è un’esperienza priva di significato, ma di tutte le esperienze senza senso, è una delle migliori.”

[Articolo originale "Sauver des pandas en regardant des films X" di Edouard Dropsy]

Condividi : Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • email
  • Facebook
  • TwitThis
  • MySpace
  • Live-MSN
  • LinkedIn
  • OKnotizie
  • Google Bookmarks
  • YahooMyWeb
  • Blogosphere News
  • Digg
  • Reddit
  • Technorati
Traduzione di:
Claudia MarruccelliItalia Claudia Marruccelli
Laureata in lingue, dopo anni di insegnamento, si è scoperta traduttrice grazie alla collaborazione con IDE. Seleziona e traduce dal tedesco e dal francese articoli di stampa e approfondimenti culturali, notizie e curiosità, e che pubblica sul suo blog ClaTi
Revisione di:
Luca Ribetto