Ha celebrato la messa con un modello esclusivo ed ha sollevato aspre critiche

Polemica in Italia per un vescovo che veste Armani

Clarin

È stata una domenica [19.08.2012, NdT] molto calda e scandalosa in Italia. Alle 10.45 milioni di persone si sono sedute davanti al televisore per seguire la messa domenicale che trasmette Rai 1 e hanno visto il vescovo Domenico Mogavero sfoggiare davanti lo schermo i paramenti sacri disegnati su richiesta da Giorgio Armani. Un evento, questo del primo monsignore che fa da modello al più ricco e famoso – e caro – stilista italiano.

Meno clamore ha avuto invece, sebbene abbia comunque impressionato, la morte in un ospedale romano del disoccupato Angelo di Carlo, qualche ora prima che il vescovo Mogavero stupisse tutti con il look d’alta moda dall’altare della nuova chiesa dell’isola di Pantelleria.

Di Carlo aveva 54 anni e ustioni sull’85% del corpo. Lunedì all’una di notte era andato con una bottiglia piena di liquido infiammabile a Piazza Montecitorio, di fronte alla Camera dei Deputati. Voleva protestare contro la sua disoccupazione e l’assenza di un impiego dignitoso. Si era versato il liquido addosso, aveva preso fuoco e si era lanciato contro il portone della Camera, sorvegliata da soldati e carabinieri che hanno spento le fiamme.

Di Carlo è andato ad ingrossare in Italia la lista quotidiana dei suicidi per disperazione dei disoccupati e degli imprenditori in bancarotta.

Il contrasto tra il vescovo che ha dichiarato di vestire Armani “per valorizzare il gusto del bello, metterlo al servizio del culto e di Dio” e l’agonia del povero di Carlo, ha reso ancor più drammatica quella che è la peggior crisi globale che gli italiani vivono dal dopoguerra.

“Il diavolo veste Prada” è il titolo di un film con Meryl Streep sul mondo dorato della moda newyorkese. In ogni caso Dio non veste Armani, come suggerisce il frivolo vescovo di Mazara del Vallo andato a tener messa a Pantelleria.

Era inevitabile che una cascata di critiche piovesse sulla vanità di monsignor Mogavero, che aveva richiesto paramenti esclusivi al genio della moda. Armani gliene disegnò prima uno. Sono 37 anni che trascorre le vacanze a Pantelleria, di cui è cittadino onorario. Poi aveva confezionato quattro abiti talari con i rispettivi colori liturgici, a seconda dell’occasione: verde, bianco, rosso, viola.

Pantelleria si trova nel crocevia di isole a sud della Sicilia tra cui passano, come in un tragico défilé, i gommoni pieni di miserabili disperati provenienti dal Nord Africa e che sbarcano in Italia alla ricerca di una vita più dignitosa.
Ieri 400 immigrati clandestini sono arrivati a Lampedusa da Tunisi. Il Mediterraneo ha divorato migliaia di immigrati nell’ultimo anno. Molti sono morti vicino Pantelleria, senza sapere che lì c’era un vescovo che sarebbe diventato famoso perché “re Giorgio” gli ha disegnato e regalato i paramenti per la messa trasmessa in tv, in questa domenica di calore e scandalo.

[Articolo originale "Polémica en Italia por un obispo vestido por Armani Dio " di Julio Algañaraz]

Condividi : Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • email
  • Facebook
  • TwitThis
  • MySpace
  • Live-MSN
  • LinkedIn
  • OKnotizie
  • Google Bookmarks
  • YahooMyWeb
  • Blogosphere News
  • Digg
  • Reddit
  • Technorati
Traduzione di:
Francesco PasquarelliItalia Francesco Pasquarelli
Amante della movida madrilena e di Calderón de la Barca, del Colosseo e di Trastevere, da sempre contendono le sue attenzioni la capitale spagnola e la Città Eterna.
Revisione di:
Amina Iacuzio