Un barbuto comico, acclamato come la voce nuova e potente della politica italiana, deve rispondere a chi sostiene che più della metà dei suoi seguaci su Twitter in realtà non esistono.

Reali o “bot”? Dubbi sui seguaci del comico Beppe Grillo su Twitter

The Telegraph

Invece di persone vere sarebbero account falsi, creati da programmi generati al computer detti “bot”, da “robot”. La denuncia è partita da Marco Camisani Calzolari, esperto informatico italiano che vive a Londra, autore di un algoritmo che, a suo dire, riesce a capire se gli utenti della rete sono individui in carne e ossa oppure “bot”. Ha dichiarato che nonostante Beppe Grillo, leader del gruppo politico Movimento 5 Stelle, affermi di avere circa 600.000 seguaci su Twitter, quasi il 55% di questi sarebbero entità generate al computer.

L’algoritmo ha classificato come reali gli utenti di Twitter che hanno inserito almeno 50 interventi, che hanno almeno 30 seguaci e che utilizzano la punteggiatura nei loro post e tweet. Gli altri sarebbero bot.

“I politici, ancora più delle aziende, si servono dei numeri per dimostrare il loro potere”, ha dichiarato Camisani, 43 anni, al giornale La Repubblica. “Sono le armi della comunicazione moderna: chi può vantare un ampio consenso, riesce ad attrarre sempre più sostenitori.” Tuttavia, avverte, i follower su Twitter e gli utenti di altri social network spesso non sono ciò che sembrano.

Camisani Calzolari è docente di Comunicazione aziendale e di linguaggi digitali allo IULM di Milano, nonché fondatore di Digital Evaluations, una società con sede a Londra specializzata nella misurazione del valore dei social media per le aziende e le celebrità. In passato ha dichiarato che molti seguaci online di DellOutlet, Ikea ed altri marchi famosi erano in realtà bot generati artificialmente.

Beppe Grillo ha respinto con rabbia l’accusa secondo cui oltre la metà dei suoi sostenitori su Twitter sarebbero fantasmi creati digitalmente. Sul suo profilo Twitter ha definito “del tutto false” le accuse e ha aggiunto che sta valutando di querelare il docente.

Il suo Movimento 5 Stelle ha convogliato la rabbia degli elettori infuriati con i partiti tradizionali italiani e, dopo il successo ottenuto alle elezioni amministrative dello scorso maggio, è diventato il secondo partito del paese, secondo gli analisti. Il blogger e comico Grillo è quindi una forza politica importante nel clima di scontento generato dai tagli e dagli aumenti delle tasse introdotti dal governo tecnico di Monti, che ha sostituito Berlusconi nel ruolo di Presidente del Consiglio sette mesi fa.

[Articolo originale "Human or 'bot'? Doubts over Italian comic Beppe Grillo's Twitter followers" di Nick Squires]

Condividi : Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • email
  • Facebook
  • TwitThis
  • MySpace
  • Live-MSN
  • LinkedIn
  • OKnotizie
  • Google Bookmarks
  • YahooMyWeb
  • Blogosphere News
  • Digg
  • Reddit
  • Technorati
Traduzione di:
Margherita BeltrameUSA Margherita Beltrame
Dopo la laurea in Traduzione sono partita in giro per il mondo e non mi sono più fermata: Germania, Inghilterra, Lussemburgo e ora gli USA. Le lingue sono il mio lavoro e la mia passione, la realtà è l'ispirazione per imparare, crescere, confrontarsi. L'Italia ce l'ho sempre nel cuore, ma purtroppo non è un paese per giovani!
Revisione di:
Loredana Spadola